LOADING

Type to search

Il CSKA è più forte delle assenze: anche il Barca va ko a Mosca

Share

Il CSKA Mosca fa il bis a una settimana di distanza. Dopo aver sconfitto giovedì scorso il Real Madrid, i russi regolano anche il Barcellona alla Megasport Arena di Mosca con il risultato di 93 a 82. Un successo mai in discussione per i ragazzi di Itoudis, che nonostante le assenze pesanti di Nando De Colo, Joel Freeland, Pavel Korobkov e Vikhtor Khryapa hanno regolato i blaugrana, che ora vedono il loro cammino in Eurolega complicarsi. Una sola vittoria su tre gare sono un magro bottino per la squadra di Xavi Pascual: il tempo è ancora dalla parte dei catalani, ma occorre un cambio di rotta.
Dopo una partenza molto equilibrata e scoppiettante, il CSKA ha preso il comando del gioco nel secondo quarto grazie a una gestione quasi infallibile nelle conclusioni da tre punti: fantastici i parziali di Cory Higgins e Andrey Vorontsevich, principali mattatori con punti e assist in questa serata. Decisivo anche l'apporto di Milos Teodosic, entrato nel secondo quarto e abile nello scardinare la retroguardia catalana. Il Barcellona, in netta difficoltà, ha visto i rivali scappare fino al massimo svantaggio nel terzo quarto di 76-59, un -17 irrecuperabile contro una delle principali candidate alla vittoria finale. Terzo quarto disastroso per i blaugrana, che hanno perso anche Juan Carlos Navarro, fuori per fallo tecnico proprio nel finale della frazione.
In gestione e senza difficoltà, la squadra di Itoudis si è limitata a controllare nei dieci minuti finali un Barcellona aggrappato a Peperoglu e Doellman e clamorosamente tradito da Satoransky, letteralmente a secco nel suo naufragio moscovita.
La sconfitta con il Khimki al debutto per il CSKA sembra acqua passata, per il Barcellona il cammino verso il trono d'Europa sembra sempre più difficoltoso.