LOADING

Type to search

Euroleague, ventiseiesima giornata: la Stella prende l’ultimo treno con il Valencia

Alessandro Vignati 15 marzo 2018
Share

In una battaglia per evitare l’eliminazione anticipata dalla gara dei playoff, la Stella Rossa Belgrado ha goduto di un’offensiva da record vincendo 106-90 sul Valencia giovedì. Zvezda è migliorato fino a 11-15 e mentre Valencia è sceso a 9-17 e la possibile eliminazione giovedì. Quei 106 punti sono stati 3 migliori del precedente record della Zvezda, nel 2014. Taylor Rochestie ha aggiunto 17 punti e 5 assist, mentre Mathias Lessort ha 16 e 7 rimbalzi. Milko Bjelica ha segnato 12 punti e Dylan Ennis 11 per i vincitori. Il Valencia ha ottenuto 22 punti in carriera dal veterano Rafa Martinez, 16 ciascuno da Joan Sastre ed Erick Green, e 10 da Tibor Pleiss.

Una tripla a faccia in su di Martinez e un layup di guida di Dejan Davidovac sono stati i primi field goal per ciascuna squadra. Mentre Lessort ha fatto esplodere una schiacciata, i tre hanno continuato ad essere il biglietto di Valencia, con due abbattuti da Sastre e un altro da Martinez sulla strada per un vantaggio di 7-14. Stefan Jankovic ha fermato Zvezda con un suggerimento. Pleiss ha ottenuto 3 punti nel modo peggiore, ma anche Bjelica dopo che Rochestie ha colpito la prima tripla della sua squadra. Feldeine ha fatto gli onori di pareggio 17-17 su un fastbreak, ma i tiri liberi di Green e Bojan Dubljevic hanno tenuto i visitatori in vantaggio. Con l’aiuto di Ongjen Dobric e di 4 tiri liberi perfetti da Feldeine, Zvezda è riuscito a pareggiare ancora, 23-23, dopo 10 minuti. Ennis ha aperto il secondo quarto dal centro e presto Dobric ha oscillato dal limite per un vantaggio di Zvezda di 30-23. Martinez è tornato a colpire dal profondo e Alberto Abalde lo ha seguito con 2 di seguito mentre Valencia ha ripreso la partita in vantaggio, 30-32. Martinez ha ottenuto 6 punti consecutivi dopo quello per i visitatori, ma Lessort e Feldeine hanno completato un parziale di 9-3 per Zvezda per recuperare un vantaggio di 44-41. Green ha combinato 3 tiri liberi con un jumper di partenza per un nuovo cambio di vantaggio, ma Rochestie ha pareggiato e i tiri liberi di Feldeine sono tornati a 48-46. Dubljevic ha segnato un errore prima che Ennis fosse pronto per il lay-up di partenza e per il 50-48 sul primo tempo.

La terza tripla di Sastre ha ribaltato il tabellone prima che la giocata a tre punti di Lessort la ribaltasse al 53-51. Pleiss ha segnato in chiusura e Will Thomas si è unito alla parata di tre punti dei visitatori, colpendo già il decimo di Valencia. Rochestie e Martinez hanno scambiato entrambi i due e tre punti nel giro di un minuto, lasciando Valencia in vantaggio per 58-61. Martinez aveva già 22 punti in carriera, ma Bjelica e Rochestie hanno combinato 6 punti per il 62-61. Feldeine e Rochestie hanno tenuto Zvezda un passo avanti a 68-65. Lo spettacolare inseguimento di Dobric è salito dalla folla di casa, ma non tanto quanto quando Feldeine e Pero Antic hanno seppellito tre volte nell’ultimo minuto del terzo quarto per il maggior vantaggio di gran lunga, 79-67. Feldeine non può essere fermato, e i suoi 2 successivi a 3 punti hanno fatto 85-69 con 7:45 rimasti. Bjelica si unì al divertimento dal profondo, con Feldeine ed Ennis che lo seguivano per una differenza di 20 punti, 94-74. L’unica domanda rimasta era quanto Zvezda avrebbe potuto segnare, e la risposta era di 106 punti, un record del club in arrivo una settimana dopo aver segnato appena quello negativo.

Tags: