LOADING

Type to search

Euroleague, ventinovesima giornata: il Barça dilaga in casa dell’Efes

Alessandro Vignati 29 marzo 2018
Share

Il Barcelona ha ottenuto una prestazione da record per aggiudicarsi l’eccezionale vittoria per 83-107 contro l’Anadolu Efes, con la squadra spagnola che ha segnato 19 punti a tre per stabilire un nuovo record e ottenere il punteggio più alto mai registrato nella competizione. Il punteggio di punta eguagliava anche il migliore di Barcellona nella EuroLeague, con il maggior contributo che arrivava con 20 punti da Thomas Heurtel che ha anche consegnato 9 assist. Victor Claver e Pau Ribas hanno entrambi fatto 4 delle 4 triple nei rispettivi totali di 16 e 12 punti, mentre Ante Tomic ha dominato al suo interno con 15 punti. Anche Efes ha avuto una notte produttiva da lunga distanza, realizzando 12 – 28 tentativi da oltre l’arco, guidati da 19 punti da Brock Motum e 17 da Sonny Weems. Errick McCollom e Krunoslav Simon hanno entrambi segnato 10 punti per Efes, che ha perso la battaglia di rimbalzo da 22 a 34. L’ultimo Efes è caduto all’ottava sconfitta consecutiva e al 6-23, mentre il Barcellona è migliorato a 10-19 con la terza vittoria in cinque giochi.

Le squadre hanno scambiato cestini a breve distanza nelle fasi iniziali prima che tripli consecutivi di Adam Hanga e Petteri Koponen abbiano dato a Barcellona un po ‘di luce diurna. Adrien Moerman ha buttato giù la sua seconda schiacciata, ma Motum aveva 6 punti iniziali per mantenere in contatto Efes. Una serie di 6-0 culminata nei tiri liberi di Bryant Dunston ha mandato in vantaggio l’Efes, ma il secondo triplo di Koponen ha riportato il vantaggio. Un rimbalzo di Claver e un paio di tre punti di Ribas hanno continuato a far fluire i visitatori, ma un colpo di testa di Motum e una schiacciata più uno di Dunston hanno fatto il 19-23 dopo 10 minuti. Questo vantaggio divenne presto a due cifre quando Claver aprì il secondo quarto con un paio di triple e lo sbarramento a lungo raggio continuò attraverso Hanga e Ribas mentre il distacco aumentava a 21-35. Efes non ha segnato un field goal per quasi cinque minuti fino a quando Weems ha segnato un tre, ma il resto della metà apparteneva a Heurtel con un paio di bellissimi assist a Tomic, un three-pointer e un layup di guida sul buzzer, rendendolo 34-55 nell’intervallo.

Weems ha aperto il secondo tempo segnando, ma Ribas ha colpito subito con l’ennesima tripla, mantenendo il ritmo record del Barcellona. Il gioco è poi diventato uno sparatutto a lungo raggio, con McCollom e Motum che hanno fatto rete per Efes e Moerman, Heurtel e Phil Pressey facendo lo stesso per Barcellona. L’Efes ha rischiato una rimonta con un parziale di 8-0 con un altro triplo di Weems, prima che il trimestre si concludesse con ulteriori attacchi a lungo raggio di Claver e Birkan Batuk. Come prevedibile, Claver ha aperto l’ultimo quarto da lungo raggio, e i visitatori hanno reso il gioco sicuro con una corsa da 0 a 14 contenente un altro tre punti da Edwin Jackson. Heurtel ha aggiunto un layup e un tre, prima che Jackson portasse il Barcellona in triple figure – inevitabilmente da oltre l’arco. Il fuoco di sbarramento alla fine si prosciugò quando Hanga perse un open three con la possibilità di stabilire un nuovo record in campionato, ma i visitatori avevano già fatto più che abbastanza per ottenere una vittoria estremamente convincente.

Tags:

You Might also Like