LOADING

Type to search

Doellman firma il miracolo! CSKA ko all’overtime

Share

In un drammatico finale, dopo una partita di clamorosa intensità con tanto di overtime, il Barcellona ha pescato il classico coniglio dal cilindro rimettendosi in carreggiata nella strada verso i quarti di finale di Eurolega sconfiggendo al Palau Blaugrana il CSKA Mosca 100 a 98.
Una vittoria che porta la firma di Justin Doellman, ancora decisivo come nel Clasico di gennaio e autore della tripla decisiva che ha condannato i russi al terzo ko in questa Top Sixteen di Eurolega.
Successo che vale tantissimo per i blaugrana, che ora potranno giocarsi bene l'accesso alla prossima fase di Eurolega in un lungo duello con il Khimki.
Sconfitta che non lascia tracce nei rischi di qualificazione per il CSKA (nulli) ma che fa male nel modo in cui è arrivata.
La gara è partita subito su ritmi elevati, con i russi in grado di mostrare sin dall'inizio la maggior qualità contro un Barca, tuttavia, reattivo e sul pezzo, in grado di replicare colpo su colpo. Protagonisti di questa prima fase sono Nando De Colo e Tomas Satoransky, con il ceco che regala sul 16-14 il primo vantaggio Barca. Nel CSKA ci pensa Teodosic a rimettere avanti i suoi (17-18) . Fridzon chiude il primo quarto sul 21-24 ospiti.
Il Barcellona, però, è in serata di gruppo e il collettivo, rispetto al solito, funziona. Perperoglou rimette avanti i catalani sul 26-24, rendendosi mattatore di un parziale di 9-0 che culmina con il 30-24. L'uomo di punta del CSKA in questa fase è Hines, che rimette a -4 (32-28) i ragazzi di Itoudis. De Colo firma addirittura il nuovo sorpasso (34-35) che dura pochissimo visto che il Barca mostra varie soluzioni, come quella di Brad Oelson che assieme a Navarro porta un netto +9 (47-38) per gli uomini di Pascual all'intervallo.
Gara emozionante e con ribaltamenti di fronte, e dopo l'intervallo cambia nuovamente tutto. Pian piano, con la qualità di Teodosic e De Colo, il CSKA si avvicina, arrivando a -1 (55-54). Nel Barca Satoransky si oppone con forza, ma il sorpasso è imminente: De Colo e Vorontsevich firmano l'avanzata russa, che si chiude nel terzo quarto sul 60-64.
La gara, però, resta incerta ed emozionante. Juan Carlos Navarro porta a -1 il Barca (65-66) in avvio di ultimo quarto, e Arroyo porta avanti i padroni di casa (70-69). E' un momento di straordinaria tensione ed incertezza. Teodosic e De Colo dipingono basket, CSKA che torna di nuovo in mini-fuga (70-76), con Vorontosevich e Hines che mantengono questo vantaggio fino al 76-82. Il collettivo Barca, però, sta anche nelle alternative, e Arroyo nell'ultimo quarto si dimostra risorsa preziosissima: -1 Barca, 83-84. Satoransky porta avanti i suoi, 85-84, Teodosic va in lunetta per la vittoria: 1 su 2. Parità e overtime.
Si entra, così, in cinque intensissimi minuti. Hines e Teodosic sembrano voler mettere subito in chiaro le cose: 85-89. Perperoglou riporta la parità, De Colo ancora CSKA a + 4 (91-95). L'elastico di punteggio sembra non spezzarsi, fino al clamoroso finale di Justin Doellman. Il ragazzone di Cincinnati prima porta a -1 i suoi (97-98), poi ruba un pallone a Teodosic e vola verso la tripla del 100-98 che fa impazzire il Palau Blaugrana e che lo rende ancora una volta eroe del popolo catalano appassionato di basket.