LOADING

Type to search

Arriva l’Efes: “Not in Our House”!

Share

Not in Our House. Calcoli a parte, l’Olimpia ha bisogno di una vittoria per restare in corsa per le Top 16 dopo cinque sconfitte. E deve battere l’Anadolu Efes contro cui giocò una “grande” partita di 35 minuti a Istanbul. E’ il Game of the Week di Eurolega. Serve una prestazione orgogliosa in un Forum caloroso. Si gioca alle 20.45. Not in Our House perché una sconfitta sarebbe la fine della corsa europea con conseguente discesa in Eurocup.

I PRECEDENTI – L’Olimpia ha tradizione sfavorevole contro l’Efes con cui ha giocato 19 volte in Eurolega dal 2005/06 battendolo solo quattro volte, nella stagione 2010/11, gara di ritorno, 84-70 a Milano con 24 punti di David Hawkins, nel 2012/13, 80-75 con 23 punti di Ioannis Bourousis (8/10 dal campo più 7 rimbalzi) e 16 di Keith Langford e due volte nel 2013/14, 77-73 con una clamorosa rimonta nell’ultimo quarto in regular season e poi nelle Top 16, 76-69 con 17 punti di Curtis Jerrells e 15 di Alessandro Gentile. La passata stagione, l’Efes ha vinto entrambe le partite. In assoluto il record è 16-5 e include la Coppa Korac (una vittoria per parte ma l’Efes vinse il doppio confronto).

VINSE LA KORAC A MILANO – L’Anadolu Efes Istanbul nel 1996 conquistò il primo trofeo continentale di una squadra turca vincendo la Coppa Korac contro la Stefanel Milano di Bogdan Tanjevic. Era la squadra di Petar Naumoski (in seguito all’Olimpia), Ufuk Sarica, Mirsad Turkcan e Conrad McRae. Da allora nonostante sia diventata una superpotenza a livello europeo, l’Efes non ha più vinto una coppa e non ha mai raggiunto al momento le Final Four di Eurolega. In compenso vanta 13 titoli turchi (ma l’ultimo l’ha vinto solo nel 2009).

DUSAN IVKOVIC, IL DECANO DEI COACH – Il coach dell’Anadolu Efes, Dusan Ivkovic, è uno dei tecnici più vincenti della storia del basket europeo. Ha vinto l’Eurolega due volte, nel 1997 e nel 2013 sempre alla guida dell’Olympiacos Pireo. Da capo allenatore ha cominciato nel 1978 a soli 30 anni guidando il Partizan. Poi ha allenato l’Aris Saloniccoin Grecia e quindi Radnicki, Sibenik, Vojvodina, Paok Salonicco, Panionios, Olympiacos, CSKA Mosca, Dynamo Mosca e di nuovo Olympiacos. Ha vinto la Coppa Korac con il Partizan, la Saporta Cup con Paok Salonicco, AEK Atene e l’Uleb Cup (ora Eurocup) con la Dynamo. Ha vinto campionato e coppa in Jugoslavia, Grecia e Russia. Alla guida della nazionale slava – e poi serba – ha vinto tre volte gli Europei, i Mondiali del 1990 e due volte l’argento olimpico, nel 1988 e nel 1996. In tutto da capo allenatore ha vinto 23 trofei.

L’EFES IN TURCHIA – L’Efes è 5-2 in campionato dopo il successo dell’ultimo turno su Ankara con 25 punti di Korkmaz. Le sconfitte sono maturate in casa con il Banvit 87-86 e nel derby esterno con il Besiktas 79-73. Bryant Dunston ha 13.5 punti di media con 8.0 rimbalzi. Heurtel è primo negli assist con 7.3 a partita.

MILANO-EFES CONNECTION – Stanko Barac ha giocato tre anni all’Efes tra il 2011 e il 2014. Un altro ex è Oliver Lafayette che arrivò nel gennaio del 2012 e finì la stagione a Istanbul. Kruno Simon ha giocato con Dario Saric al KK Zagabria e poi con Derrick Brown alla Lokomotiv Kuban. Derrick Brown e Jamel McLean hanno giocato assieme all’università, a Xavier.

ENTILE, OTTO OLTRE I 20 – Alessandro Gentile ha un record di 27 punti in Eurolega che risale alla scorsa stagione. Quest’anno il top è di 24, stabilito contro l’Olympiacos in casa e ripetuto nell’ultimo turno a Vitoria. In tutto sono otto le gare di Eurolega in cui ha raggiunto o superato i venti punti. In altre due ha segnato 19 punti. La prima volta oltre i 20 successe nelle Top 16 della stagione 2013/14 contro il Barcellona quando segnò 24 punti. Lo scorso anno lo fece quattro volte, tutte nelle Top 16.

GENTILE CAPOCANNONIERE –Dopo sei gare di Eurolega, Alessandro Gentile è in testa alla classifica dei marcatori con 20.0 di media. Gentile figura anche al quinto posto nella graduatoria della valutazione, è secondo per falli subiti e canestri da due punti.

Statistica Gentile Leader
Valutazione 19.3 (5°) Bourousis (Laboral) 25.0
Punti 20.0 (1°) Gentile (EA7) 20.0
Falli subiti 6.0 (2°) Delaney (Kuban) 6.50
Tiri liberi tentati 5.83 (3°) Carter (Karsiyaka) 6.75
Tiri da 2 fatti 6.17 (2°) Bilan (Cedevita) 6.33

GENTILE, 16 DI FILA IN DOPPIA – Alessandro Gentile cavalca una striscia di 16 gare consecutive in doppia cifra in Eurolega. Le ultime 10 della passata stagione e le prime sei di questa. L’ultima in singola cifra per il Capitano fu la prima di Top 16 dell’anno passato contro il Nizhny Novgorod. Ecco il dettaglio.

Partita Risultato Punti
Olympiacos-Milano 81-58 12
Malaga-Milano 77-84 20
Milano-Fenerbahce 71-82 14
Vitoria-Milano 102-83 15
Milano-Olympiacos 74-83 24
Milano-Malaga 90-86 23
Fenerbahce-Milano 98-77 19
Milano-Vitoria 99-85 27
Efes-Milano 86-78 17
Milano-CSKA 79-88 15
Milano-Vitoria 78-76 12
Efes-Milano 89-73 22
Milano-Olympiacos 66-71 24
Milano-Cedevita 68-77 19
Limoges-Milano 74-65 19
Vitoria-Milano 94-82 24

 

JENKINS QUINTO NEI RECUPERI – Charles Jenkins a Limoges ha rubato cinque palloni, ma a Vitoria per la prima volta non ne ha recuperato alcuno.  Con 11 in sei partite, 1.83 di media è quinto assoluto in classifica (David Logan, di Sassari, è primo con 2.50). Charles Jenkins ha una tripla a segno in 11 delle sue ultime 12 gare di Eurolega.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano