LOADING

Type to search

Share

1. dopo aver inseguito per l’intero primo tempo, l’Unicaja mette a segno un parziale di 7-0 (Nedovic da tre, due canestri di Augustine) che le consegna la prima e unica guida della gara sul 50-51 in apertura di secondo tempo; Milano risponde e nell’azione offensiva gli spagnoli riusciranno solamente a pareggiare a quota 53 prima di riaffondare per nel secondo tempo;

5. dopo un mese di astinenza in Europa (l’ultima vittoria era arrivata contro il Baskonia, avversario di domani sera), l’Armani Exchange ritrova la vittoria. E’ la quinta vittoria in EuroLega per i ragazzi di Pianigiani che ritrovano fiducia e stabilità nel gioco;

11. gli assist di Jordan Theodore, accompagnati da 14 punti, all’interno della gara: fondamentale il momento in cui Malaga completa la rimonta e mette la testa avanti solo per pochi secondi sul 50-51. Dal metà terzo quarto, il play milanese dispensa tre assist per i canestri che rispediscono indietro gli spagnoli: Tarzcewski (58-55), Kuzminskas che segna il jumper dalla media (60-55) e poi Micov per il +7 (64-57);

15. sono le triple segnate dall’Armani Exchange nell’arco della gara su 24 tentativi. Oltre al 6/8 da oltre l’arco per Andrew Goudelock, di importanza capitale sono state le due bombe di Curtis Jerrells e Mindaugas Kuzminskas. L’esterno americano, autore di 8 punti in soli 11 minuti, è stato capace di segnare punti pesanti nei momenti chiave del match come la tripla del 41-32 (dopo che Malaga aveva segnato per il -6 sul 38-32) e il canestro valido per l’84-75 (in successione alla schiacciata di Soulade nata da una palla persa); il lituano è stato abile nel fare lo stesso del suo compagno. Il timing dei suoi canestri è perfetto perché arrivano in due momenti diversi della  gara: la prima bomba vale l’allungo nel primo quarto per il 27-16, la seconda rilancia l’affondo decisivo dell’Armani Exchange, sul 56-53, dopo la rimonta degli spagnoli;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1