LOADING

Type to search

Goss trascina la Reyer alla vittoria contro Ulm in Eurocup

Share

Parziali: 23-20; 46-41, 62-62

Umana Reyer: Peric 12, Goss 22, Bramos 16, Tonut 3, Jackson, Green 3, Ruzzier, Owens 15, Ress 3, Ortner, Viggiano 16. All. Recalcati

Ratiopharm Ulm: Guenther 7, Ferner 3, Morgan 23, Dorsch, Neumann 7, Butler 7, Rubit 9, Braun 6, Brembly 6, Kane 10. All. Leibenath

 

Nella prima giornata di ritorno della fase a gironi di Eurocup l’Umana Reyer conquista una grandissima vittoria contro i tedeschi del Ratiopharm Ulm dimostrando di aver fatto passi da giganti rispetto alla gara d’esordio. In un Taliercio pieno e colorato anche grazie al centinaio di tifosi tedeschi al seguito, gli orogranata escono tra la standing ovation del proprio pubblico. Dopo il big match di domenica scorsa i ragazzi di Recalcati offrono un’altra prestazione di grande spessore e si aggiudicano due punti che potrebbero risultare pesantissimi.

L’Umana parte con Green, Goss, Bramos, Peric e Owens. Ulm risponde con Guenther, Butler, Braun, Morgan e Rubit. Peric apre la sfida con canestro e palla recuperata (4-2). I tedeschi ribaltano con la tripla di Guenther ma subito risponde Green sempre da tre (7-7). Ancora Peric e Owens riportano avanti gli orogranata (11-7 al 5’). Rispetto alla gara di andata sembra un’altra sfida con i lunghi che dedicano attenzioni particolari a Morgan, MVP di quel primo turno. Viggiano infila anche la bomba del 16-10 ma Ulm risponde con una penetrazione del suo play. Entra Tomas Ress e al primo rimbalzo catturato con conseguente fallo subito viene osannato dal pubblico. L’Umana è in trance e le schiacciate di Owens e Viggiano in contropiede la proiettano sul 20-12 che suggerisce al coach ospite di chiamare il primo time out. Ma l’Umana colpisce ancora e questa volta lo fa con Ress che realizza il più 9. Neuman e Rubit rispondono per gli ospiti assottigliando il divario con un break di 6-0 che fissa il primo parziale sul 23-20.

I giochi riprendono con un bel backdoor di Viggiano che chiude con la schiacciata. Ulm però non ci sta e con tripla di Brendley e canestro e fallo subito da Ferner capovolge la situazione. Kane prolunga il break ospite che porta Ulm sul più 5. L’Umana non ci sta e risponde con bomba e libero di Peric (29-30). Ancora il croato ruba palla e infila la spettacolare schiacciata in reverse del 31 pari al 5’30”. Gli orogranata tornano avanti con Bramos. La difesa Umana alza la propria intensità e costringe gli ospiti alla infrazione di 24”. Owens si fa valere sotto le plance e realizza dopo rimbalzo offensivo i quattro liberi del 37-31. Gli ospiti fanno di nuovo sentire il fiato sul collo all’Umana e allora Goss infila le due triple del 43-37 al 19’. Tonut mostra di avere preso convinzione dei propri mezzi e si prende il canestro e fallo del 46-39 mentre si va negli spogliatoi sul 46-41 grazie anche ad una percentuale del 79% da due degli orogranata.

Goss apre il terzo quarto con i liberi che portano l’Umana sul 48-41, risponde Morgan con una poderosa schiacciata e subito dopo Guenther, fino a quel punto bravo a far girare i suoi, commette il suo quarto fallo e viene richiamato in panca. Goss è scatenato ma una serie di ingenuità costano caro all’Umana che si ritrova solo a +4 (50-46) dopo 1’ 30” di gioco. Gli arbitri decidono di non fischiare più e nella fase più confusa della gara Ulm è brava e fortunata ad approfittare della situazione riportandosi a -2. Recalcati chiama allora time out. Owens sblocca la situazione ma poco dopo con due azioni i tedeschi tornano avanti (52-53 al 25’). Goss mette il suo quattordicesimo punto dalla lunetta e controsorpassa. Una giocata da tre punti di Neumann porta Ulm a più quattro. E’ il momento migliore dei tedeschi che con Kane vanno sul 54-60. Ma proprio a quel punto gli orogranata rialzano la testa con le due bombe di Viggiano e Goss che riportano la situazione in parità e fanno esplodere il Taliercio per il 62-62 sul quale finisce il terzo quarto.

Al rientro in campo è il capitano Phil Goss a chiamare l’incitamento del pubblico e il popolo orogranata risponde. Viggiano riapre la contesa con la bomba, Bramos conquista un rimbalzo offensivo prezioso che Goss trasforma nel gioco da tre punti del 68-62. Coach Leibenath gioca il tutto per tutto rimettendo in campo Guenther. Un generoso Ress vola su ogni pallone ma l’Umana non sfrutta a dovere certe situazioni di vantaggio che si vengono a creare. E così a 7’ dal termine Morgan può realizzare il 68-66. Bramos si sblocca dalla lunga e al 35’ gli orogranata toccano il 73-68 al grido “ghea podemo far, insieme!”. Anche Viggiano infila la bomba e l’Umana torna a più 8. Morgan è immarcabile ma la Reyer trova ancora il bersaglio grosso con Bramos (81-72 a 2’30” dalla fine) mentre Recalcati tiene in campo contemporaneamente Green e un sempre più sicuro Ruzzier. Bramos è scatenato e infila anche la bomba del più 11 ma replica subito Butler. Il festival dei tiri da tre non è affatto finito perché Bramos mette anche quella dell’87-76 che manda in visibilio il Taliercio per il suo 4/4 dell’ultimo quarto. Ed è standing ovation per gli orogranata che dopo Reggio Emilia si aggiudicano anche questo big match.

Ufficio Stampa Umana Reyer Venezia