LOADING

Type to search

Eurocup Last32: Stelmet Zielona Gora – Umana Reyer Venezia 83-92

Share

Successo di grande prestigio per l’Umana Reyer che sbanca il campo dei campioni di Polonia in carica, provenienti direttamente dall’Eurolega, e va a conquistare quei due punti che avrebbe meritato nella prima gara delle Last32 contro San Pietroburgo. Una vittoria di grande spessore per gli orogranata, interpreti di un’altra partita di grande livello nella competizione continentale.

Gli orogranata incitati da una decina di tifosi al seguito posizionati dietro la panchina, iniziano con Green, Jackson, Bramos, Ress e Ortner. Le prime quattro azioni sono speculari: due canestri da sotto e due triple per parte (5-5). Piccolo break dei padroni di casa che si portano sul 10-5 poi un gioco da tre punti di Jackson e un canestro dalla media di Green valgono riportano la situazione in parità. Con Moldoveanu e Ponitka i padroni di casa costruiscono di nuovo un leggero vantaggio. Green dalla lunetta infila i liberi del 16-15 al 7′ e fa il suo ingresso in campo il grande ex dell’incontro, Szymon Szewczyk che va subito a bersaglio per i padroni di casa. Cinque punti di fila di Green (11 punti per lui nel solo primo periodo) permettono poi all’Umana Reyer di mettere la testa avanti (18-20). Prima della fine del quarto fa il suo ingresso in campo Goss, con evidente cerotto sulla fronte per i punti di sutura a seguito del colpo subito in allenamento. Il primo quarto si chiude sul canestro di Owens che fissa il primo parziale sul 21-22 per gli orogranata.

Nel segno di Owens si apre anche il secondo periodo: il lungo realizza infatti cinque punti di fila e assieme a Viggiano confeziona il 28-29 al 12’20” per il primo time out da parte del coach della formazione polacca. Il minuto di sospensione frutta alla squadra di casa un parziale che porta il risultato sul 33-29 e questa volta è lo staff orogranata a chiedere time out. La situazione resta favorevole ai padoni di casa ma l’Umana resta comunque in scia grazie soprattutto ad un generoso Owens che cattura palloni importanti. Lo Zielona Gora va sul +5 ma ancora il lungo orogranata risponde (36-33 al 17′). La Reyer arriva ad un soffio dall’aggancio ma viene rispedita indietro dalla tripla di Zamojski e Grusszecki 43-37. La zona orogranata viene purtroppo ancora punita dalle triple dall’arco dei padroni di casa ed è infatti una bomba di Zamojski a mandare tutti negli spogliatoi sul 46-39 per i polacchi.

Ponitka apre il terzo quarto portando i suoi sul +9 ma subito gli risponde Ress con una tripla. “La gente come noi non molla mai” cantano i sostenitori orogranata al seguito. Owens e Green, che subisce fallo antisportivo, risollevano la Reyer (52-48 al 23′). Provvidenziale arriva la tripla di Ress per il 55-51 allo scadere dei 24″ a metà del periodo. Altrettanto da Goss e lo svantaggio si assotiglia a sole due lunghezze. Il periodo diventa propizio agli orogranata che trovano tripla con Green, liberi di Goss e tripla con Bramos per il 57-62 al 27′. Il pubblico polacco capisce il momento e si alza tutto in piedi per sostenere i propri beniamini. Ortner risponde con due liberi al canestro dei biancoverdi, poi Bramos infila il contropiede del 59-66 a 1’48” dalla terza sirena. Il pubblico di casa è di nuovo tutto in piedi ma l’Umana non arretra e anzi realizza con Green in contropiede il 61-70 sul quale finisce il terzo quarto.

In apertura di ultima frazione non si segna per più di 2 minuti su ambo i fronti. Poi quando si sbloccano i polacchi altrettanto fa l’Umana con Tonut. Le rotazioni ridotte nel reparto dei lunghi iniziano a farsi sentire per gli orogranata che pagano dazio in termini di peso e centrimetri sotto le plance con Viggiano spesso adattato nel ruolo di 4. A riaprire la partita è però la tripla di Ponitka per il 68-72 a 5′ dalla fine. La Reyer resta concentrata e trova due contropiedi preziosissimi con Tonut (68-76). Lo Zielona Gora si aggrappa alla stazza di Borovnjak (70-76). Le cose si complicano in difesa per gli orogranata che esauriscono il bonus dei falli a 3’15” dalla fine. I due liberi fruttano il -5 per i padoni di casa. L’Umana risponde con il canestro da sotto di Ortner mentre il tentativo di risposta di Szewczyk non va a bersaglio. Gli orogranata si ritrovano così sul +7 a 3′ dalla fine e provvidenziale arriva la tripla di Jackson allo scadere dei 24″ che vale l’82-72 a 2’13” dalla fine. E’ la giocata che chiude virtualmente la gara. Nonostante il pressing finale dei polacchi nel disperato tentativo di riaprire la gara la vittoria va infatti agli orogranata.

Parziali: 21-22; 46-39; 61-70

Stelmet Zielona Gora: Bost 6, Zywert ne, Szewczyk 12, Ponitka ne, Moldoveanu 15, Ponitka M 13, Gruszecki 6, Hrycaniuk 2, Zmojski 6, Borovnjak 10, Djurisic 1, Koszarek 12. All. Filipovski

Umana Reyer: Goss 7, Bramos 9, Tonut 7, Jackson 7, Green 24, Ruzzier , Owens 15, Ress 9, Ortner 12, Viggiano 2. All. Recalcati

Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia