LOADING

Type to search

Eurocup Gruppo E: russe qualificate con due giornate d’anticipo

Share

Continua la corsa dell'Avtodor che deve mettere a referto ben 109 punti per battere la tenacia del Lietuvos Rytas, fermato a quota 92: il vantaggio accumulato dai russi nel primo tempo, grazie a due allunghi decisi, che hanno permesso loro di rientrare negli spogliatoi sul 52-35, è stato confermato nel secondo periodo, che ha visto i padroni di casa impegnati a rispondere colpo su colpo gli inutili tentativi di riavvicinamento degli ospiti, ai quali va il merito di non essersi arresi fino al suono della sirena. Mantiene la testa della classifica lo Zenit che non trova grande resistenza da parte dello Szolnoki e si aggiudica l'incontro per 89-64: a Toolson (28) e compagni dopo un allungo iniziale, basta amministrare con autorevolezza per rientrare negli spogliatoi con la vittoria in mano; ma, per ribadire il concetto, e spegnere definitivamente le speranze ungheresi, la squadra di Karasev, decide di bissare il break nel terzo tempo, aumentando così il distacco ed intascando la vittoria. Dopo quaranta intensi minuti di gioco, sono serviti altri cinque giri di lancette per decidere la vincitrice tra Besiktas e PAOK, con i greci che si aggiudicano l'incontro con un solo canestro di vantaggio per 73-75. Una partita dai due volti sia per i turchi che per i greci, con i padroni di casa in netto controllo per tutto il primo tempo, tanto da rientrare negli spogliatoi sul 34-20, e gli ospiti che, una volta terminata la pausa hanno saputo prendere in mano il gioco e riportare tutto in parità. L'overtime ha visto i due quintetti rispondere colpo su colpo, ma Hatcher (32) e compagni hanno saputo mettere segno un canestro in più prima del suono della sirena.

Avtodor Saratov – Lietuvos Rytas Vilnius 109-92

Zenit St Petersburg – Szolnoki Olaj 89-64

Besiktas Sompo Japan Istanbul – PAOK Thessaloniki 73-75

 

Classifica

Zenit 7-1; Avtodor 6-2; Besiktas, Szolnoki, PAOK 3-5; Lietuvos Rytas 2-6.