LOADING

Type to search

“Little Italy” #8 – Marco Belinelli

Share

Tre partite nella settimana per il ragazzo da San Giovanni in Persiceto, di cui le prime due disputate nella “Sleep Train Arena” attuale campo di gioco dei Sacramento Kings. Primi avversari affrontati sono stati i Philadelphia 76ers reduci da una sconfitta in casa degli Utah Jazz. Marco Bellinelli ha eseguito una convincente prestazione da 28 punti (record stagionale) con 11-17 al tiro ma è stato purtroppo solo un “loosing  effort” infatti la franchigia di Vivek Ranavide è uscita sconfitta (115-110) in un matchup contro un'avversaria del tutto abbordabile, visto il loro record alquanto disastroso. Il secondo test nella settimana sono stati i Phoenix Suns sconfitti (119-142) i quali erano privi della loro star principale Eric Bledsoe, a causa di un infortunio che lo terrà fuori dai parquet per il resto della stagione. Marco nella sera ha disputato circa 29 minuti d'azione realizzando 19 punti con il 64% dal campo (7 su 11) ma forse c'è ancora della frustrazione come lo dimostra un raro “flagrant foul” ai danni di Devin Booker. Questa notte invece i Kings hanno registrato una notevole vittoria in trasferta contro un'avversaria molto insidiosa come Oklahoma City per 116-104, bisogna anche però tener conto dell'assenza nei thunder di KD per un problema all'alluce. 21 punti in 34 minuti di gioco per l-ex giocatore dei San Antonio Spurs il quale è stato il secondo top scorer della squadra dietro soltanto a un Demarcus Cousins da 33 punti.

Queste tre performance potrebbero significare un punto di svolta nella stagione, basti pensare che nelle precedenti 8 partite Bellinelli è andato in doppia cifra solo una volta viaggiando con delle medie non certo rassicuranti, solo 7 punti a partita con un basso 37% al tiro.