LOADING

Type to search

Share

Riassunto di giornata: si è aperta con ben tre anticipi e subito qualche sorpresa la decima giornata della LBA. E’ arrivata la prima sconfitta per la capolista Brescia, che è caduta in casa di fronte ad una solida Dinamo Sassari. Partita tiratissima, terminata 78-79 e decisa da un libero di Bamforth, top scorer dei suoi a quota 21.

Al Taliercio di Venezia colpaccio della Grissin Bon che, priva di Amedeo Della Valle, ha sfoderato una grande prova, espugnando il parquet dei lagunari 66-68. Reggiani guidati dalle ottime prestazioni di Reynolds e Markoishvili, mentre agli orogranata non sono bastati i 16 punti di Haynes.

Grande equilibrio anche nel terzo match del sabato, dove la TheFlexx Pistoia ha superato in volata la VL Pesaro: 86-83 il finale. Decisivi il ritorno di McGee (14 punti) e l’ottima gestione di Moore (22 con 7 assist), che hanno reso inutili i tentativi dei marchigiani. Negli ospiti buone indicazioni dai soliti Omogbo e Dallas Moore, ma stavolta non è bastato.

Nel primo match della domenica mezzogiorno da dimenticare per la Sidigas Avellino, forse la squadra più in forma del momento. I biancoverdi sono stati travolti dall’intensità della Vanoli Cremona, che ha conquistato i due punti sul punteggio di 86-73. Ottima prova di Fontecchio (al debutto), autore di 15 punti, accompagnato dai 20 di Johnson-Odom. Per gli uomini di Sacripanti un ko da dimenticare sicuramente in fretta.

Nel pomeriggio, a Varese, i padroni di casa hanno superato senza troppi problemi l’Orlandina: 82-58 il finale. Straordinaria prestazione di Cain, che ha chiuso con 39 di valutazione (22+14 rimbalzi). Giornata molto negativa per i siciliani, dove si è salvato il solo Ikovlev, autore di 12 punti (con 9 rimbalzi).

In una delle sfide più affascinanti di giornata Cantù ha superato la Virtus Bologna 94-87. Partita sempre in pieno controllo per i brianzoli, con gli ospiti che non hanno mai dato l’impressione di poter rientrare in gara. Come al solito è stata decisiva l’accoppiata Culpepper-Burns: 45 punti in due e 12 rimbalzi per l’italo-americano. Per Bologna si è salvato solo Ale Gentile, che ha chiuso a quota 21.

Importante colpo esterno per la DolomitiEnergia, che ha espugnato il caldo campo di Brindisi, lasciandola all’ultimo posto. I trentini si sono imposti 72-77, ispirati da Sutton, ma con ben 4 uomini in doppia cifra. Ai pugliesi non sono bastati i 23 punti di Lalanne.

La giornata si è chiusa al PalaRuffini di Torino, dove i padroni di casa hanno superato Milano con una prova di estrema intensità. Il risultato finale è stato 71-59, con l’EA7 che ha segnato la misera di 8 punti nel terzo periodo, in cui la Fiat ha scavato il solco decisivo. Tra gli uomini di Banchi decisivi i contributi di Patterson (16 punti con 4 assist) e di Trevor Mbakwe (15 punti, 8 rimbalzi e 7 falli subiti). Pessima uscita per i ragazzi di Pianigiani, col solo Jerrells in doppia cifra, a quota 10.

[/nextpage]

 

Tags:

You Might also Like