LOADING

Type to search

“Fuoco d’Olimpia #6” di Alessandro Usai

Share

Basta un Daniel Hackett appena dignitoso per farci affogare nel quarto finale e allontanare le speranze di qualificazione alle top 16 di Eurolega. Perdiamo contro l'Olimpyacos privo soprattutto di Spanoulis e poco voglioso di combattere in una gara per loro non essenziale. Danny boy mostra di avere il dente avvelenato contro la sua ex Olimpia e prende in mano la partita nella fase decisiva. Rimedia 3 falli in un paio di minuti, si butta dentro alla sua maniera e fa male alla difesa milanese che perde per strada le energie. Peccato, fino al 48 pari a fine terzo quarto la vittoria sembrava a portata di mano.

Biancorossi e Verdone

“E st'olive 'e senti? Queste so' greche so', greche”. Già, “so' greche”. Nella battuta di Carlo Verdone nel film Borotalco c'è un po' la sintesi della gara agrodolce dell'Olimpia ad Atene. Buona partenza, teniamo bene per tre quarti di gioco. La squadra soffre ma difende davvero bene e in attacco trova soluzioni discrete soprattutto quando riesce a correre. Jenkins infila qualche tiro d'autore, McLean lotta come sempre che è un piacere, il Cincia zingareggia come ai vecchi tempi. Uno zucchero che però diventa amaro nel finale.

Simon non è le bon

Segniamo la miseria di 3 punti in 4 minuti che scavano un solco incolmabile. L'Olimpia mostra tutte le sue fragilità, una panchina non sempre all'altezza, Simon si incaponisce in battaglie personali non sempre opportune, Hummel a tratti diventa irritante con errori e scelte discutibili. Ci sta, siamo senza il miglior marcatore dell'Eurolega, tale Alessandro Gentile, e non sempre gli altri possono togliere le castagne da fuoco. Torniamo da Atene con un paio di certezze. La squadra finalmente mostra ottimi segnali, combatte e trova una chimica che sembrava smarrita un mese fa. In più avremo un #Alegent carico a mille che riuscirà a darci quella spinta indispensabile soprattutto nei momenti di sbandamento collettivo.

La mano di Macvan

La qualificazione è complicata ma non impossibile. Macvan è in recupero, la mano migliora, l'Olimpia troverà più punti e maggiore profondità e tra poche settimane avremo anche la fondamentale addizione di Sanders. Prossima tappa Cedevita Zagabria. Ma intanto faremo le prove generali contro Reggio Emilia in campionato. Così, tanto per restare in allenamento.