LOADING

Type to search

Fuga di cervelli #4: It’s Christmas time!

Share

Un’altra settimana tranquilla nei campus di St.Joe’s e St.John in cui i nostri talenti continuano a lavorare e studiare duramente per raggiungere i loro obbiettivi, per inseguire i loro sogni.

In questi sette giorni sono stati complessivamente tre gli incontri disputati dai nostri talenti: uno da Pierfrancesco Oliva e due da Federico Mussini.

Iniziamo con il racconto della partita disputata, nella nottata tra sabato e domenica, del diciannovenne di Taranto in cui St.Joe’s University ha giocato contro Illinois State University, college in cui ha militato l’ex allenatore dei 76ers e medaglia d’argento alle olimpiadi di Monaco 72’ Doug Collins. Sfida in cui l’università della Pennsylvania sembrava sfavorita ma, con un’eccellente primo tempo, i ragazzi di coach Phil Martelli hanno chiuso immediatamente la contesa andando sul 45-26 al ventesimo. Nel secondo tempo, gli Hawks sono stati bravi a non deconcentrarsi finendo la contesa con il punteggio finale di 79-65 salendo così ad un record di otto vinte e due perse. L’italiano classe 96’ è stato scelto nel quintetto titolare ed ha risposto siglando due punti conditi da due rimbalzi ed altrettanti assist.

Passiamo ora alla guardia di Reggio Emilia Federico Mussini che ha dovuto sostenere il suo primo back-to-back americano, escludendo le tre partite disputate in tre giorni del “Maui Invitational Tournament”. Due gare molto negative per la squadra allenata dall’hall of famer Chris Mullin che ha perso malamente le due partite casalinghe giocate contro Incarnate Word University e NJIT. Nel primo match, disputato nella notte tra sabato e domenica alla “Carnesecca Arena”, i Red Storm hanno ceduto malamente ed a sorpresa con il punteggio di 51-73 in un match che è iniziato male ed è finito in maniera peggiore per la squadra del Musso che ha chiuso con sette punti, quattro rimbalzi, un assist tirando 3/8 dal campo. Infine nella serata di domenica si è verificata la sconfitta contro NJIT, una sconfitta che fa male anche perché è avvenuta al Madison Square Garden. Gli ospiti sono riusciti a prendere un piccolo vantaggio nel primo tempo (35-39 al 20’) che hanno gestito ed ampliato nella seconda parte del match vincendo con il punteggio finale di 74-83 in cui è brillata la stella di Damon Lynn, autore di trentadue punti conditi da sei rimbalzi. Per quanto riguarda la prestazione personale, Mussini ha siglato venti punti, tre assist e tre rimbalzi ma ha tirato con un mediocre 6/18 dal campo, 5/13 dalla lunga distanza.

Si conclude così il quarto appuntamento di Fuga di Cervelli che non va in vacanza così come i nostri due talenti Oliva e Mussini che continueranno anche in questi giorni a lavorare e sudare in palestra per raggiungere quel sogno chiamato NBA.