LOADING

Type to search

“Boulevard of Big Dreams”: il blog di Federico Gallinari #37

Federico Gallinari 12 Novembre 2017
Share

Ben ritrovati alla puntata numero 37! In questo appuntamento andremo a esplorare una settimana abbastanza ricca di diversi eventi, tra cui due partite di conference con finale al cardiopalma e un concerto di musica classica fatto da una delle orchestre migliori al mondo. Non pensavate fossi un ragazzo da musica classica, vero? Nemmeno io… ma ho avuto l’opportunità di vedere all’opera musicisti di livello internazionale.  Insomma, c’è un po’ di tutto questo in questa puntata. Direi che forse è meglio iniziare…

 

The Week

Iniziamo da giorno più odiato, ossia il lunedì. Arrivavamo da una sconfitta abbastanza dura, ma eravamo comunque concentrati sul match successivo. Quindi, dopo una sessione di video, siamo scesi in campo a giocare sugli schermi di Spring Arbor. Purtroppo, però, abbiamo perso per infortunio uno dei cambi dei lunghi (non vi avevo aggiornato sul fatto che abbiamo il lungo titolare fermo per una scavigliata abbastanza tosta): dovrà stare a riposo per un po’.

Martedì è GAMEDAY, in tal caso in trasferta. Questa volta mi è toccato stare a casa perché i Redshirt di solito non vanno alle gare fuori casa. Quindi mi sono guardato la partita sull’iPad: è stato un match super, tirato fino all’ultimo secondo. Peccato, perché per un fallo stupido abbiamo perso di uno…

Mercoledì la squadra è rientrata e non c’era un clima bellissimo. Un po’ triste, direi. Ma bisogna rimanere con la testa alta e andare avanti. Perciò ci siamo allenati con l’obiettivo di arrivare al meglio all’incontro di venerdì.

Giovedì è stato il famoso giorno dell’orchestra. Dopo l’allenamento, infatti, io e Andy (un mio compagno di squadra) ci siamo diretti verso l’Orchestra Hall di Detroit, dove si è esibito l’orchestra DSU diretta dal maestro Giancarlo Guerrero e con uno dei pianisti più bravi al mondo: Daniil Trifonov. Questo tipo di musica, generalmente, non mi fa impazzire, ma è stata un’esperienza unica vedere un’orchestra con un maestro di quel livello. Mi sono arrivate emozioni che si possono provare solo vedendo alcune cose.

Per venerdì riutilizzo la parola “gameday”. Questa volta abbiamo giocato in casa contro Grace College, un college grosso con un programma di basket molto buono. Infatti, all’inizio siamo subito andati sotto di 15 punti, portando lo svantaggio fino all’intervallo. Nella ripresa ci siamo svegliati e abbiamo recuperato lo scarto. Infine, siamo arrivati a 0,7 secondi con il nostro tiratore che ha segnato la bomba per il pareggio: overtime! Sono stati cinque minuti di tensione. Grazie a un buon gioco di tiri liberi siamo riusciti a vincere di uno, togliendoci finalmente il peso della “losing streak”.

E dopo una settimana così, direi che il weekend al mall più grosso di tutto il Michigan non me lo toglie nessuno.

Playlist

Wolves – Selena Gomez

Win – Tee Grizzley

Project baby 2 – Kodak Black

Frio – Mike Stud

Forever Young – Lil Yachty

All that talk – Mike Stud

Congratulations – Post Malone

Go flex – Post Malone

Ciao Italia

Giovani, anche questa puntata è andata. Ora mi tocca iniziare a scrivere un tema in inglese per compito. Già non sono un fenomeno in italiano… pensate quindi agli incubi della mia insegnante di inglese quando le consegno i temi. A parte gli scherzi, spero che questa puntata vi sia piaciuta e che vi abbia tenuti incollati allo schermo. Adoro vivere esperienze nuove legate alla musica, e anche questa volta l’ho condivisa con voi.

Tags: