LOADING

Type to search

Shields fa tremare Milano. Decisivo Goudelock con lo step-back e la stoppata su Sutton che vale il 91-90 finale. Gara -5 alla EA7

Matteo Bettoni 13 giugno 2018
Share

Come era successo in gara -1 e in gara -2, l’EA7 trova la vittoria in casa. A differenza delle prime due gare però gara -5 è stata la più combattuta della serie. Dopo essere stata in vantaggio di 11 nel primo quarto, sul punteggio di 30-19, Trento è riuscita non solo a mettere in dubbio la testa della gara, ma anche prendere un vantaggio (+6) che sarebbe potuto risultare decisivo e incisivo sulla gara se Milano non avesse trovato prima le energie di Cinciarini e Kuzminskas nel terzo quarto e poi il talento e la fortuna di Goudelock negli ultimi secondi del quarto parziale. Uno sforzo collettivo per la Dolomiti che ha sfiorato la vittoria esterna, ma non è bastato così come non sono bastati i 10 rimbalzi offensivi (5 in più di Milano) e i 27 punti finali di Shields completamente indemoniato.

Primo tempo

Sotto la spinta di 12.000 spettatori indiavolati, l’Olimpia parte forte con un canestro di Micov, una stoppata di Tarczewski e un canestro di Cinciarini. In campo c’è anche la Dolomiti Energia che con due floater di Forray e un gioco da tre punti di Silins supera i padroni di casa (8-10). Solo a metà quarto si accende Milano. Tarczewski domina il canestro difensivo con 4 rimbalzi e arrivano 8 punti di Bertans abile ad attaccare l’area aprendo anche gli spazi per Goudelock per il 30-19. Milano è ben piazzata in difesa, ma Trento riesce comunque a mettere sulle spine i milanesi. Col canestro da tre punti di Gomes, Trento apre un parziale di 2-16 che rimette in dubbio la testa della gara grazie ad un Hogue da 6 punti. Goudelock e Gudaitis riportando sopra la squadra combinando gli ultimi 7 punti.

Secondo tempo

Con Trento sopra 50-56 alla riapertura del secondo tempo, il collettivo di Milano si affida alle energie di Cinciarini e Kuzminskas. Il capitano dell’Olimpia trova la via del canestro con 6 dei suoi 15 punti e serve 2 assist per i 10 punti di Kuzminskas nel terzo periodo chiudendo i 30’ in vantaggio sul 71-66. Il lituano si rifà sentire nei primi secondi del quarto quarto con la tripla del 74-68, Trento ribatte con Sutton fino al 76-70, ma poi scoppia Shields. L’americano naturlizzato norvegese segna 8 punti consecutivi, firma il -1 sull’85-84 che Milano si è costruito in lunetta con Gudaitis e poi pareggia a quota 87 con 40” da giocare. Sul Forum aleggia lo spettro  dei supplementari se non fosse che Goudelock segna in step-back e poi succede l’incredibile: Shields segna la tripla del +1 fuori equilibrio, Jerrells fa 2/2 dalla lunetta e con meno di un secondo sul cronometro è Goudelock a decidere la gara con lo sforzo più importante della sua carriera. Stoppata di Sutton e 3-2 nella serie per Milano.

Tabellini:

EA7 Olimpia Milano: Goudelock 16, Micov 4, Bortolani NE, Pascolo 0, Tarczewski 2, Kuzminskas 19, Cinciarini 15, Cusin NE, Abass 0, Bertans 8, Jerrells 8, Gudaitis 19;

Dolomiti Energia Trento: Franke 3, Sutton 15, Silins 6, Musumeci NE, Forray 4, Flaccadori NE, Gutierrez 9, Lovisotto NE, Gomes 12, Hogue 14, Lechthaler NE, Shields 27;

Parziali:

Singoli: 31-22, 17-28, 23-16, 20-24; Progressivi: 31-22, 48-50, 71-66, 91-90;

QUI le parole di coach Simone Pianigiani

QUI le parole di coach Maurizio Buscaglia

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1