LOADING

Type to search

I Rockets vanno per il sorpasso: vittoria contro i Kings e primo posto ad Ovest

Matteo Bettoni 15 febbraio 2018
Share

Gli Houston Rockets hanno portato a termine il sorpasso sui Golden State Warriors per la prima posizione sulla griglia della Western Conference. Dopo 9 vittorie consecutive, i Rockets battono 100 a 91 anche i Sacramento Kings in visita al Toyota Center prendendosi il miglior record della Lega con 44 vittorie e 13 sconfitte.

Oltre ad aver scalzato i Warriors dalla pole position, Houston mette negli annali della squadra un record importante: è la prima volta nella storia della franchigia che la squadra di James Harden (28 punti, 9 rimbalzi e 9 assist nella notte) e Chris Paul (19 punti, 4 rimbalzi e 7 assist) entra nella pausa dell’All-Star Game con il primo posto della conference.

Quale migliore occasione per un debutto? Nella notte ha fatto il suo esordio con la squadra Joe Johnson che l’8 febbraio era stato scambiato da Utah proprio coi Kings ai quali ha chiesto poi il buyout per approdare nel primo spogliatoio della NBA. “Sono felice di essere tornato sul campo con questo gruppo di ragazzi e prima della pausa. E’ stato molto divertente ed è importante. Starò meglio dopo questa pausa, è quello che voglio. Voglio avere la possibilità di stare davvero bene. Stasera in campo ho ricoperto molte posizioni che era anni che non ricoprivo, è un sistema molto flessibile”. In 31 minuti, Johnson ha fatto registrare 9 punti con 2/9 al tiro, 1/5 da tre punti, 3 rimbalzi e 1 palla rubata.

Al sorpasso ha contribuito senza dubbio la vittoria dei Portland Trail Blazers contro i campioni NBA. Nonostante i 50 punti di Kevin Durant, i Warriors cadono 117-123 al Moda Center grazie ad una grande prestazione di Dame Lillard da 44 punti e 8 assist e C.J. McCollum con 29 punti e 5 rimbalzi.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like