LOADING

Type to search

Pianigiani: “Dobbiamo cercare di esprimere sempre più qualità. La serenità si acquisisce vincendo gara dopo gara”

Matteo Bettoni 1 marzo 2018
Share

Queste le parole di coach Simone Pianigiani in sala stampa dopo l’incoraggiante vittoria contro l’Anadolu Efes Istanbul:

“Siamo rimasti insieme contro una squadra che veniva dalla vittoria della loro coppa nazionale. Hanno battuto il Fenerbahce e quindi venivano da una situazione opposta alla nostra. Abbiamo giocato per fare la partita: quando ai giocatori non è riuscito qualcosa a livello offensivo è perché erano molto tesi. Io so, allenandoli tutti i giorni, che è così. Stasera hanno dimostrato carattere nei momenti di difficoltà come quando siamo andati sotto, ma poi sono riusciti a portare a termine le loro giocate. Avrebbero meritato di vincere con un vantaggio più grande, ma va bene così. Dobbiamo cercare di esprimere sempre più qualità e continuare a vincere”

Serenità ritrovata – “Siamo tornati in Eurolega dopo lo schiaffo della Coppa Italia. Abbiamo molte gare a venire che sono molto importanti, stasera abbiamo giocato con Jerrells sempre da play e abbiamo vinto. Per quanto riguarda la serenità, adesso giochiamo a Marzo una serie di dieci gare a Mosca, Bologna poi Madrid, il turno doppio e non sappiamo per quanto ancora saremo senza Theodore. Per la serenità ci vuole di più, ma nessuno trova serenità perché l’Eurolega non te lo permette. Stiamo attraversando una serie di Calvari che ci aiuteranno a crescere. Queste situazioni non sono nuove, ho vinto molto e ho visto tanto e so di non essere un rincoglionito. Il club sostiene il nostro lavoro, noi a testa bassa lavoriamo. Neanche le vittorie danno serenità, dobbiamo lavorare e cercare di essere migliori del giorno prima. Quindi dico che non basta vincere qualche partita per raggiungere la serenità”

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1