LOADING

Type to search

Pianigiani: “Brescia è esperta e tattica, noi dovremo mantenere la nostra fluidità”

Matteo Bettoni 23 maggio 2018
Share

Dopo il 3-0 contro Cantù e 8 giorni di riposo, Milano torna a giocare  nelle semifinali per la lotta allo Scudetto. Domani sera, alle ore 20.45, l’Olimpia riceve in casa la Germani Basket Brescia, vincente nella serie con la Openjobmetis Varese per 3-0. Nel pomeriggio di oggi, coach Simone Pianigiani ha presentato gara -1 spiegando quello che si aspetta di vedere dalla squadra sul parquet.

Energia e assetto – “Quando si gioca ai playoff bisogna pensare a dare tutto, ma nella serie con Cantù è stato fondamentale chiudere in tre gare per recuperare energie e salute. Questa squadra ha un assetto che non è quello che ha avuto per tutta la stagione quindi abbiamo ancora tanta strada da fare ed era essenziale tornare in palestra e lavorare. La serie con Brescia si prospetta lunga e dura: sapevamo che ci sarebbe stato equilibrio in questo campionato ma ora con sole quattro squadre sopravvissute è normale che sia così. Però siamo pronti”.

Attenzione all’ex e ai giocatori decisivi – “Non dobbiamo farci ingannare, anche se da molti anni non faceva i playoff, il poster dimostra che Brescia è stata costruita per stare in alto. Ha giocatori che hanno vinto titoli, David Moss ne ha vinti molti, Ortner ha vinto, Sacchetti ha vinto. Hanno giocatori da Nazionale come i due Vitali. Hanno l’MVP della stagione scorsa, Marcus Landry, e un giocatore che ha fatto l’EuroLeague come Bryce Cotton, ed è stato nominato MVP della lega australiana prima di venire qui. Questo dimostra che squadra siano, ricca di elementi che sanno giocare e sanno come vincere certe partite, con un’età media superiore alla nostra e la possibilità di fare turnover scegliendo tra un assetto classico con Dario Hunt oppure quello usato più spesso nei playoff, con due guardie americane e Sacchetti utilizzabile da 5 per allargare il campo, una formula che in Italia paga”.

La chiave – “Dovremo essere in grado di leggere le situazioni che proporranno. Con la tattica e l’alternarsi del tipo di difesa, loro sono abituati a fare tante cose diverse e a mettere i bastoni fra le ruote avversarie. Noi invece vogliamo mantenere il più possibilità la fluidità offensiva mostrata nel finale di stagione e nella nostra metà campo leggere bene le situazioni differenti che cavalcheranno sotto la regia di Luca Vitali. Mentalmente dobbiamo essere pronti a giocare una serie tosta e lunga. Loro hanno vinto 10 gare in trasferta, non è un caso, e verranno per vincere subito al Forum. Noi dovremo prima di tutto evitarlo e poi essere pronti a vincere fuori casa perché come abbiamo detto tante volte non c’è un altro modo per arrivare fino in fondo”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1