LOADING

Type to search

Pianigiani: “Partita di grande gestione. Non era facile questa partita considerando le energie spese durante la stagione”

Matteo Bettoni 8 aprile 2018
Share

Pianigiani ha fatto giocare ben otto giocatori al di sopra dei diciotto minuti nella partita contro Torino. Nella conferenza stampa post gara ha infatti messo al centro del discorso un tema fondamentale per il finale di stagione della squadra: gestione.

Simone Pianigiani si è infatti espresso così in merito alla vittoria per 90 a 78 e l’ottica da adottare in vista dei playoff.

La gara – “Abbiamo fatto bene stasera considerando le energie che avevamo consumato contro il Pana. So quanti miei giocatori sono al limite delle forze e infatti da domani darò ai miei giocatori un paio di giorni per riposare. Siamo arrivati a questo punto della stagione anche con qualche giocatore in meno rispetto a quelli che volevamo in campo. Stasera non ci siamo innervositi, non ci siamo allarmati nonostante qualche tiro sbagliato, ma siamo anche stati cinici nei momenti giusti. I lunghi erano stanchi ma son riusciti a fare le giocate decisive alla fine della gara. Abbiamo giocato contro dei giocatori che volevamo fare una bella partita, abbiamo giocato contro una squadra che ha molto talento. Nelle prossime partite dobbiamo gestire le energie, distribuire bene i carichi per arrivare al meglio alle settimane dei playoff. In questa partita è stato importante l’apporto di Dada, ha trovato il ritmo partita. ”

I suoi  – “Kuzminskas ha giocato molto da tre in molte gare per esigenza e da quattro contro il Pana. Ci abbiamo provato anche stasera ma ci siamo accorti che era troppo dispendioso poi schierare la sua difesa contro giocatori molto rapidi come Blue e Garrett. Ci ha dato tanto dal punto di vista emotivo, ci ha dato molto apporto fino ad adesso. Tutti abbiamo bisogno di gestire il carico, le energie. Abbiamo due giocatori punta: Micov e Goudelock. Ma sono due giocatori diversi. A Micov di solito chiedo più letture, lui è più un collante della squadra. A Goudelock chiedo di sgomberare la mente e andare a segnare con tutta la determinazione che ha. Sono due giocatori con caratteristiche specifiche e compiti specifici.”

L’ottica playoff – “Dobbiamo cercare di vincere le partite in trasferta a Brescia e Cantù. Sono partite importanti che danno molta motivazione e i miei giocatori lo sanno. Vincere in trasferta è fondamentale per una grande squadra se vuole vincere il campionato. E’ un’ottica che dobbiamo adottare in vista playoff. La condizione deve essere però delle migliori”

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like