LOADING

Type to search

L’EA7 dilaga, Brescia si inginocchia di fronte allo strapotere milanese. Finisce 89-68 al Forum

Matteo Bettoni 26 maggio 2018
Share

L’Olimpia Milano riporta in equilibrio la serie vincendo gara -2 col punteggio di 89-68. Fondamentali le prestazioni dei cinque uomini in doppia-cifra dei padroni di casa che permettono a Milano di dominare e poi sotterrare la Germani Brescia sin dai primi 20’ minuti di gioco. Brescia non molla mai, neanche sul -30. Tanta energia e buona volontà ma non sono sufficienti per battere questa Olimpia Milano.

PRIMO  TEMPO –  Così come gara -1, i primi cinque minuti presentano il sostanziale equilibrio fino al 12-9, poi Milano dà l’impressione di volere staccare. Non soccombe sotto le iniziative della Germani e impone il proprio ritmo agli ospiti. A trovare i primi spunti di allungo sono Micov e Tarczewski: prima il serbo segna il 18-11 poi il centro americano vieta l’acceso a canestro di Hunt e stampa la schiacciata del +9 sul lato offensivo. Milano comincia a macinare gioco, si accende il ritmo della gara e la velocità di esecuzione dell’EA7 favorisce i movimenti di Bertans sul perimetro. Infila due canestri consecutivi, poi Micov e Kuzminskas portano il punteggio sul 32-13. Brescia fatica a trovare lo stesso successo in area di gara – 1, ma riesce comunque a segnare con Dario Hunt un mini parziale di 0-4 per il -15 (32-17). Solo una piccolissima battuta di arresto per i milanesi che ripartono col turbo. Milano infatti segna il parziale di 7-0 che spezza a metà la gara e gli permette di decollare volando sul 52-27 marcato Gudaitis (9 punti tra il 37-17 e il 52-27). Brescia segna poco niente con i soliti noti Michele Vitali, Bryce Cotton e Benjamin Ortner, ma sono solo sprazzi nel buio di un primo tempo che termina 60-31.

SECONDO TEMPO – Difficile rimontare dal -29, ma sicuramente Brescia non è la squadra che molla a metà partita. La squadra di Diana si regge sulle spalle di Landry e Ortner. I due si spartiscono punti 6 punti nei primi sei minuti del terzo quarto ma è troppo poco per riuscire a stare al passo di una squadra che comunque non trova il canestro con la medesima frequenza del primo tempo. Per i milanesi arrivano i punti di Kuzminskas, Cinciarini e Gudaitis ma poi il quintetto di Pianigiani digiuna fino a 2’ e 32” dalla fine. Brescia sfrutta l’occasione e riesce a produrre di nuovo con Landry e poi Cotton, accompagnati di Sacchettie Hunt. La fine del terzo parziale recita comunque 74-48, un margine tale che permette all’Olimpia di amministrare la gara in assoluta tranquillità. Con Pascolo e la schiacciata di Tarczweski sull’alley-oop di Cinciarini, Milano torna sopra di 20 punti (84-61), permette dei canestri in area a Brescia ad Hunt e Vitali ma poi è garbage time. Milano rimette in equilibrio la serie sull’1-1.

 

Tabellino:

EA7 Emporio Armani Olimpia Milano: Goudelock 15, Micov 14, Gudaitis 14 con 8 rimbalzi, Kuzminskas 11, Bertans 10;

Germani Basket Brescia: Hunt 14, Cotton 13, Ortner 11;

Parziali: 30-13, 30-18, 14-19, 15-18; Totali: 30-13, 60-31, 74-50, 89-68;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1