LOADING

Type to search

L’Armani risale dal -21, ma Campazzo e Ayon non lasciano scampo. Finisce 77-88 al Forum

Matteo Bettoni 13 marzo 2018
Share

Per la ventiseiesima giornata di Eurolega, l’Armani Exchange, senza Jordan Theodore, ospita al Forum il Real Madrid orfano di Luka Doncic, Sergio Llull e proveniente da un periodo poco felice soprattutto per quanto riguarda i viaggi in trasferta: i Blancos infatti hanno perso due delle ultime tre in esterna contro Olympiakos e CSKA. Ma ad Assago, il Real trova e acciuffa al volo la possibilità del riscatto grazie ad una prova magistrale di Facundo Campazzo (14 punti e 11 assist) e la versatilità di Gustavo Ayon (15 punti e 5 rimbalzi) che garantiscono movimento di palla, in più se sotto le plance c’è Eddy Tavares (221 cm) il compito difensivo è meno difficile e produttivo allo stesso tempo (3 le stoppate dell’ex Hawks su Tarczewski). Milano concede 88 punti e ne segna 77, recupera dal -21 di metà quarto quarto fino al -9 ma subisce la sconfitta a causa di una difesa che non si è dimostrata solida come nel match vinto tra le mura amiche del Khimki. Si interrompe quindi la striscia di due vittorie consecutive in Eurolega, per il Real invece arriva la vittoria numero 16 che solidifica il quarto posto in vista dell’agguato dello Zalgiris che segue a quota 15.

PRIMO QUARTO

Milano comincia aggressiva in difesa con una palla rubata di Goudelock che trasforma subito il tiro da due dal palleggio, ma il Real risponde con un parziale di 0-12 siglato Taylor, Randolph e Carroll. Goudelock mette i punti 3 e 4 in uscita da timeout, Cinciarini e Goudelock seguono poi il canestro in gancio di Tavares per l’8-16. I Blancos sparano a salve e Cinciarini approfitta per accorciare a -6, ma Campazzo penetra in area e proprio davanti al capitano milanese segna il +8 prima che Tarczewski e Jerrells facciano 13-18. Kuzminskas riporta i suoi ad un possesso quando Tavares e poi Campazzo fanno 17-25 allo scadere dei primi 10 minuti.

SECONDO QUARTO

L’Armani Exchange comincia ‘on fire’ anche il secondo quarto con due triple consecutive di Jerrells e Kuzminskas che segna anche i due punti per il 25-28 dopo la tripla dall’angolo di Randolph (25-28). Gudaitis fa 2/2 dalla lunetta, Fernandez segna da oltre l’arco, Bertans brucia la retina con la bomba del 30-33, ma rispondono poi Randolph e Fernandez con due missili da tre punti (30-39). Il Real Madrid tocca il massimo vantaggio a 4′ dall’intervallo con il jumper dalla media di Thompkins (30-42). Tarczewski accorcia a -10 prima che Randle riporti i suoi sul 32-44. Jerrells ribatte a Randle e il primo tempo termina sul 36-49.

TERZO QUARTO

Micov, Carroll e Taylor subito a segno nei primi minuti della terza frazione per il 40-56. Il timeout chiamato da Pianigiani non placa gli ospiti che vanno a segno di nuovo con Campazzo per il +18; Goudelock risponde sulla sirena dei 24″ (42-60) simbolo di una Milano che fatica a creare gioco offensivo. Tarczewski segna i punti 43 e 44 per l’Armani Exchange che in difesa subisce il movimento di palla dei Blancos, a segno con Randolph assistito da un passaggio spettacolare di Campazzo, autore della tripla del 48-65 qualche secondo più tardi. Micov accorcia a 14 distanze con la tripla del 51-65 seguito dalla bomba di Cinciarini per il 54-66. A spegnere l’entusiasmo del Forum ci pensa Ayon (54-68).

QUARTO QUARTO

Ayon apre le danze della quarta frazione per il +16, Micov apre il fuoco della triplice minaccia e fa 57-70, svanito subito con la tripla di Campazzo (14 punti). Ayon segna di nuovo grazie all’assist sotto le gambe di Fernandez, ma Gudaitis completa il gioco da tre punti per il 60-75. Fernandez e Ayon permettono agli ospiti di toccare il +21 (60-81) che lascia poche speranze di rimonta anche se Bertans e Jerrells firmano un mini parziale di 0-8 (68-81). Laso chiama il timeout ed è il solito Ayon a riportare in pista gli spagnoli, Jerrells spiazza Campazzo e segna dalla media e viene seguito a ruota da Bertans che con la tripla davanti alla panchina del Real porta l’Armani a -9 (74-83). Thompkins riporta il Real sopra la doppia cifra e Taylor affonda la tripla che chiude definitivamente la gara su assist di Ayon. Il match termina con la tripla di Goudelock, 77-88 al Forum.

Armani Exchange Olimpia Milano: Jerrells 18, Goudelock 11, Micov 10;
Real Madrid: Ayon 15, Campazzo 14 e 11 assist, Carroll 12, Taylor 10;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like