LOADING

Type to search

L’Armani Exchange cade 100-89 in trasferta alla Nikolic Hall in casa della Stella Rossa

Matteo Bettoni 9 febbraio 2018
Share
Il ventiduesimo turno di Eurolega vede l’Armani Exchange perdere la sua quindicesima in casa della Stella Rossa Belgrado 100-87 a causa di una magistrale prestazione di Lessort (15 punti e 10 rimbalzi) accompagnato da un Jankovic cinico e capace di segnare nei momenti importanti della gara (15 punti con 6/8 dal campo, 4 rimbalzi) facendo registrare la quarta vittoria consecutiva in casa; l’ultima sconfitta casalinga dei serbi risale al quattordicesimo turno contro il Panathinaikos (63-69).
Milano dà una fiammata iniziale per il 9-4 ma la Stella Rossa recupera immediatamente e dà inizio ad un infinito botta e risposta che trova una pausa alla fine dei primi 10 minuti sul 23-20 per i padroni di casa. La seconda parte del primo tempo comincia con la risalita di Milano fino al -1 con la tripla di Jerrells, ma Belgrado toglie il respiro agli ospiti che cadono sul -12 (39-28) fino a quando Bertans salva la situazione e fa esplodere la bomba che chiude lo scempio difensivo milanese causato dalla potenza fisica di Mathias Lessort, dominante sotto l’aspetto realizzato (9 punti all’intervallo con 7 rimbalzi) e i punti di Rochestie (10) e Dangubic (8) nei primi 20′. La squadra di Simone Pianigiani sembra in grado di rimontare risalendo fino al -5 grazie a quattro punti in fila di Micov, ma i serbi danno la seconda vera spallata della gara per il -11 coi centri di Bjelica nati da una difesa in grado di rubare due palle fondamentali per le speranze di Milano nel terzo quarto che comunque trova la reazione di Goudelock, Kuzminskas e Gudaitis ovvero gli autori del -5 (71-65) in preparazione degli ultimi 10′. Il quarto quarto comincia però nel peggiore dei modi: fallo tecnico del lituano arrivato a Milano a dicembre, Jankovic infila quattro punti consecutivi, l’Armani Exchange rosicchia qualche punto con Gudaitis che si improvvisa ala piccola con un ottimo movimento di penetrazione, ma è Lessort che insieme a Feldeine firma il +13 per la Stella Rossa. È ancora Bertans a restituire ossigeno con la tripla e il libero dell’82-73, ma piano piano la partita scappa di mano a Milano che cade anche a -16 dopo il fadeaway di Jankovic a 4′ e non può più niente accontentandosi di raccogliere le briciole per il -13 del 100-89 e la quarta sconfitta consecutiva contro la Stella Rossa di Belgrado dopo il cambio di formula della Eurolega nel 2000.
PRIMO QUARTO – L’Armani Exchange va subito avanti 6 a 2 grazie a due bombe in fila di Theodore e Micov, allunga sul +5 con la terza tripla di Goudelock ma la Stella Rossa pareggia i conti a quota 9 e sorpassa dopo i centri di Lessort, Dangubic con quattro punti in fila, Bjelica da oltre l’arco e poi Rochestie (11-9). Kuzminskas non permette ai padroni di casa di scappare via ed è punto a punto fino a quando il punteggio si fissa sul 17-17. Feldeine e Bjelica firmano gli ultimi sei punti della squadra di Belgrado del quarto, mentre gli ospiti mandano a segno Kuzminskas (2/3 al tiro) e Gudaitis per l’1/2 dai liberi che chiude i primi dieci minuti sul 23-20.
SECONDO QUARTO – Jerrells suona la carica dell’Armani Exchange segnando quattro punti consecutivi dopo il primo canestro della Stella Rossa (25-24). Jankovic segna di nuovo, ma Milano infila i canestri di Gudaitis e Bertans in uscita dal ricciolo per il sorpasso sul 27-28. La Stella Rossa torna sopra avvantaggiandosi di un mini parziale di 6-0 grazie a due centri di Lessort e un canestro facile da sotto di Dangubic (33-28). Dangubic vola sopra il ferro lascia il parziale aperto (8-0) mentre Cinciarini perde la seconda palla consecutiva nel quarto; Dobric spara e segna la bomba col fallo di M’baye e completa il gioco da quattro punti (39-28). Dairis Bertans segna la prima tripla della sua serata e chiude il parziale di 12-0 che ha permesso alla Stella rossa di doppiare gli ospiti. Lessort continua a dominare sotto le plance, segna e fornisce l’assist per il +10 di Dobric, Goudelock ribatte con cinque punti consecutivi per il 44-36, Rochestie fa lo stesso rispondendo alla bomba di Kuzminskas e poi Micov per il -8 (49-41). La Stella Rossa raggiunge quota 50, Milano segna con Micov (2/2 dai liberi) e poi Goudelock per i punti numero 11 e 12 per andare alla pausa lunga sul -5.
TERZO QUARTO – Nonostante il -3 segnato da Kuzminskas, Belgrado stacca subito Milano andando sul -8 grazie ai punti di Davidovac nel pitturato e Omic (57-49). Micov ribatte per il -5, ma Omic ristabilisce le gerarchie dal pitturato. Theodore segna dalla media (3/3 dal campo), arma la mano di Micov che sbaglia da oltre l’arco dopo una penetrazione magistrale del compagno statunitense (60-53). La difesa della Stella Rossa produce il +11 offensivo grazie alle palle rubate che mandano a segno Bjelica, ma Kuzminskas non ci sta e fa esplodere la sua seconda bomba della serata (64-56); Lessort cattura il sesto rimbalzo offensivo e permette ai serbi di tornare sulla doppia cifra  di vantaggio, ma Goudelock firma il -7 sfiorando fallo e canestro con 1/2 dai liberi. Jankovic affonda la bomba, Gudaitis inchioda con due mani al ferro e poi firma il -7 con 1/2 dalla lunetta a 50″ dalla fine del quarto e arma la mano di Kuzminskas che trasforma in assist la palla del lituano con la tripla 69-65 alla quale risponde il solito Lessort da sotto (71-65).
QUARTO QUARTO –  Milano apre il quarto con un fallo antisportivo di Kuzminskas e quattro punti consecutivi subiti di Jankovic (75-65); Rochestie commette lo stesso fallo mandando l’ex Knicks in lunetta per il 2/2 del 75-67. Rochestie per la doppia cifra di vantaggio, Gudaitis vendica Cinciarini con una penetrazione da ala piccola in faccia a Lessort, ma Feldeine strappa ancora per l’80-69. La Stella Rossa tocca il massimo vantaggio (+13) con la schiacciata di Lessort, ma Bertans fa quattro punti in un batter d’occhio con tripla e libero segnato (82-73). Belgrado accelera e segna un parziale di 6-2 per l’88-75, ma vola anche sul +16 con il canestro in fadeaway di Stefan Jankovic (5/7 al tiro, 15 punti) in mezzo all’area e la tripla senza pietà di Lazic per il 93-77 a 4′ dalla fine. Milano risponde comunque presente in uscita dal timeout con la tripla di Jerrells e il canestro acrobatico da dentro di Theodore. M’baye e Tarzcewski bucano la retina, ma Omic porta a casa la partita con una schiacciata bimane del 97-87. Feldeine affonda la tripla del +13.
STELLA ROSSA BELGRADO: Lessort 15 e 10 rimbalzi, Jankovic 15, Rochestie 14, Omic 11, Dangubic 10;
ARMANI EXCHANGE MILANO: Kuzminskas 17, Goudelock 15, Theodore 13 e 8 assist, Micov 11, Bertans 10; 
Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1