LOADING

Type to search

La difesa che vince la gara. Varese espugna il Taliercio

Matteo Bettoni 9 Dicembre 2018
Share

La seconda difesa del campionato in trasferta sul campo del secondo migliore attacco della lega. Sin dall’inizio si preannunciano fuochi d’artificio e così è. Venezia parte fortissimo grazie alle triple di Julian Stone e Austin Daye che non a caso firmano i primi 16 punti della squadra della laguna mentre Varese accusa il colpo e fatica a manovrare l’attacco. I ragazzi di Caja segnano solo 9 punti in 8 minuti e vengono doppiati alla fine del primo giro – 26 a 13 – dai padroni di casa.

Ma quando la gara sembra indirizzata sui binari veneziani, ecco che Varese si risveglia. La difesa diventa il motore della macchina varesina che costringe Venezia ad un ritmo frenetico e a percentuali povere: solo 7 punti nel secondo periodo per la squadra di De Raffaele e Varese rimonta. Si accende verso il finale di quarto quando finalizza un parziale di 17-7 grazie alle triple di Tambone e il supporto di Thomas Scrubb nel pitturato.

Rimonta ultimata e sorpasso finalizzato sul 33 a 34. La Openjobmetis non si ferma e più stringe la difesa, meglio riversa le energie anche sul fronte offensivo dove spinge coi lunghi Scrubb e Cain; con il parziale di 8 a 0 con cui riapre le sofferenze della Reyer, oltre che l’ultimo periodo, Varese ha in mano la gara, ma Venezia ottiene una risposta da Bramos con 6 punti consecutivi e una tripla da Daye per il 55 a 60 che preoccupa Varese. Ma ancora una volta gli ospiti si appoggiano ai loro lunghi per mettere in cassaforte la sesta vittoria del campionato: Cain e Scrubb firmano cinque degli ultimi sei punti della Openjobmetis che passa per il secondo anno consecutivo al Taliercio.

 

Tabellini:

Reyer Venezia: 14 Bramos, 12 Daye e 7 rimbalzi, 12 Stone e 7 rimbalzi; 

Openjobmetis Varese: 16 Avramovic, 13 Scrubb, 12 Moore, 7 Cain e 16 rimbalzi; 

Parziali:

Singoli quarti: 26-13, 7-17, 10-14, 18-22; Progressivo: 26-13, 33-30, 43-44, 61-66; 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1