LOADING

Type to search

La Croazia formato NBA vince 72-78 a Trieste. Prima sconfitta alle qualificazioni per gli Azzurri

Matteo Bettoni 28 giugno 2018
Share

L’Italbasket subisce la prima sconfitta della qualificazione ai mondiali sul parquet del PalaTrieste per 78-72 contro una Croazia in formato NBA. Gli ospiti sfruttano la serata di grazia di Bojan Bogdanovic (26 punti) nonostante una gara sottotono dell’altro giocatore NBA Dario Saric (9 punti, 2/15 al tiro). Gli Azzurri perdono sin dall’inizio Daniel Hackett per un infortunio alla caviglia ma tengono il passo della Croazia per 25′ grazie all’ottimo approccio e al gioco di squadra nonostante un Amedeo Della Valle fuori ritmo. La Croazia tocca il massimo vantaggio sul +16 nel quarto quarto e, anche se rischia la rimonta proprio nei secondi finali, tornano a casa rivendicando il 64-80 del 26 novembre scorso.

Primo tempo

Ottimo l’approccio della Croazia che parte forte e stacca subito gli Azzurri sul 6-12. Gli ospiti puntano molto sui loro giocatori NBA come Saric, Bogdanovic e Zubac, ma gli Azzurri reggono bene l’impatto e si fanno sotto trascinati dall’energia di Christian Burns e da un Pietro Aradori autore di 10 punti nel primo parziale (4/4 al tiro) che permettono all’Italia di trovare il piglio giusto e fare il guizzo per il vantaggio del 24-18 alla fine dei primi 10′. L’Italia tiene il vantaggio anche all’inizio del secondo quarto con la tripla di Filloy (6/12 complessivo da oltre l’arco), ma la Croazia non è d’accordo e ritorna in vantaggio grazie ad un organizzato gioco di squadra. La Croazia mette palla al sicuro nel pitturato dove Zubac sovrasta Tessitori, trova punti dai tiratori come Zubcic e gode coi 6 punti di Bogdanovic per il 39-41.

Secondo tempo

Gli Azzurri faticano al rientro dagli spogliatoi, non riescono a penetrare nel pitturato sfruttando le transizioni del primo tempo con cui avevano riequlibrato la gara più volte nel corso dei primi 20′. Ramliak con un and-one e una tripla, poi Bogdnavic con tre canestri in fila sbilanciano la gara dalla loro parte sul punteggio di 47-59. L’Italia è in affanno offensivo, non riesce ad attaccare più nei primi secondi e in difesa soffre la versatilità dell’ala dei Pacers che fa +15 alla fine dei 30′. La gara sembra non appartenere più alle corde azzurre, ma la Croazia abbassa inspiegabilmente la tensione facendo stagnare progressivamente il gioco. Gli Azzurri rinascono. Burns segna 5 punti in fila, poi Abass sfoggia 11 punti che tagliano il vantaggio croato da +16 a +8 (68-76) negli ultimi 120″. L’Italia tocca anche il -4 sul 72-76, però ne esce sconfitta dopo i due liberi di Zubac.

Tabellino: 

Italia: Aradori 15, Burns 14, Abass 14; 

Croazia: Bogdanovic 26, Zubac 12; 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1