LOADING

Type to search

Tags:

Kobe e l’Oscar al primo tentativo con “Dear Basketball”

Matteo Bettoni 5 marzo 2018
Share

Il 30 novembre 2015 Kobe Bryant annunciava il suo ritiro dal mondo del basket con una lettera che cominciava con queste parole: “Dear Basketball”, ma non sapeva però che quelle due parole gli sarebbero valse un immenso trionfo, l’ennesimo, per altro della sua vita: il premio Oscar.

Questa notte, l’Academy ha premiato “Dear Basketball” come migliore cortometraggio nella categoria “Corti animati” consegnando a Kobe Bryant la gioia della ‘prima volta’ al primo tentativo in un mondo che ha appena cominciato ad esplorare.Non è mancata l’emozione dell’ex gialloviola nel ricevere la statuetta d’oro sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles insieme a Glen Keane (celebre disegnatore Disney per cartoni come “La sirenetta” o “Aladino”) che ha voluto ringraziare Kobe con queste parole: “Grazie per aver scritto ‘Dear Basketball’, è un messaggio per tutti noi. Hai dimostrato come con la perseveranza, i sogni, qualsiasi forma abbiano e l’impossibile diventano possibili”.

Nel discorso seguente la premiazione, Kobe ha voluto anche tirare una stoccata alla giornalista di Fox che prima dell’All-Star Game aveva attaccato LeBron James consigliandogli di continuare a palleggiare e tacere. E Bryant ha voluto rispondere con tutto l’orgoglio che l’ha reso famoso nei venti anni di carriera cestistica: “I giocatori dovrebbero solamente pensare a palleggiare – ha detto ironicamente – menomale che noi giocatori sappiamo fare anche altro” e ha continuato poi coi sinceri ringraziamenti a Verizon per il sostegno al progetto, a John Williams per la splendida colonna sonora (autore delle musiche di “Guerre Stellari”, “Schlinder’s List”, “ET”, per citarne alcuni). Ma le parole più toccanti sono state dedicate alla famiglia e sono state pronunciate in italiano: “Vi amo con tutto il cuore” continuando poi in inglese “siete la mia ispirazione”.

https://youtu.be/B2gD6iIbLAY

Numerose le dediche sono arrivate anche dal mondo dei social:

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like