LOADING

Type to search

Esito negativo ai primi raggi X per Mitchell. 24 punti per lui, ma i Rockets vanno alle finali di conference

Matteo Bettoni 9 maggio 2018
Share

Esito negativo ai ragazzi X per l’infortunio al piede sinistro per Mitchell a 7’ dalla fine di gara -5. I Rockets passano alle WCF. Il candidato al premio Rookie of the year ha messo a referto una media di 24.4 punti (42% dal campo, 31,3% da tre), 5.9 rimbalzi, 4.2 assist e 1.5 palle rubate a partita in 37.4 minuti per 11 gare.

Mitchell cerca di battere la difesa di Harden dall’isolamento, si schianta contro il fisico del numero 13 dei Rockets che ruba palla e va a segnare in campo aperto. Dopo lo scontro, Mitchell si ferma in mezzo all’area lamentando un dolore al piede, quel piede sinistro che l’aveva costretto ad uscire in gara 1 della serie contro gli Oklahoma City Thunder. Il giocatore è stato sottoposto ai raggi X appena dopo la contusione subita nello scontro con il probabile MVP della stagione. Gli esiti dicono niente di grave, ma Mitchell sarà sottoposto ad ulteriori controlli quando gli Utah Jazz ritorneranno a Salt Lake City.

La guardia dei Jazz ha fatto registrare 24 punti, 4 rimbalzi e 9 assist ma nel terzo quarto ha completamente destabilizzato la difesa dei Rockets mettendo a segno 18 punti. Alla fine del terzo periodo infatti i Jazz guidavano la gara 78-75 grazie alla prestazione del loro Rookie. Dopo l’infortunio di Mitchell a 7:13 dalla fine e sull’87-90, i Jazz hanno risentito della mancanza del loro pupillo. La stoccata decisiva infatti è arrivata nel momento in cui i Rockets sono riusciti ad allungare sul +8, ma nonostante un continuo tira e molla i texani sono riusciti a tenere la testa della gara fino al 102-112 decisivo per i 48 minuti e per la serie.

 

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1