LOADING

Type to search

Caja: “Questo gruppo è eccellente. Meritano tutti un grande ringraziamento”

Matteo Bettoni 6 maggio 2018
Share

Entusiasta, ma pacato. Attilio Caja e i suoi sognano dopo la vittoria contro Cremona e Varese torna ai playoff dopo cinque lunghi anni di assenza. Coach Caja ha voluto parlare così dei suoi facendo un piccolo discorso di chiusura di stagione e un elogio a gruppo e pubblico:

“Questa sera devo ringraziare tutto il gruppo dei ragazzi. Non hanno solo giocato una partita molto complicata contro una squadra piena di giocatori molto intelligenti e di esperienza, ma hanno dimostrato di essere riusciti ad andare oltre alle aspettative. Questo gruppo è eccellente. A partire dal nucleo col quale siamo partiti ad inizio stagione, ovvero Okoye, Cain, Avramovic, Ferrero, Tambone e Natali, a quelli che sono arrivati dopo e si sono integrati. Magari non hanno fatto moltissimo dal punto di vista tecnico, come Delas, ma dal punto di vista della personalità e dell’apporto quotidiano a livello emotivo sono stati fantastici. Questo gruppo merita un grandissimo ringraziamento. Volevamo festeggiare davanti al nostro pubblico. Hanno sempre dimostrato affetto nei confronti della squadra e meritavano tutto questo. Siamo andati oltre ogni aspettativa”

“Prima nello spogliatoio ho visto i ragazzi completamente distrutti. E’ stata una stagione complicata, abbiamo vinto dodici partite su quattordici nel girone di ritorno. Sono stati davvero grandiosi. Non abbiamo davvero più nessun’altra aspettativa. Sembra strano da dire, ma adesso tutto il resto ci sembrerà come un’amichevole. Giocheremo leggeri. C’è sempre questo modo di pensare che dopo una vittoria la squadra deve vincere di nuovo e arrivare sempre più in alto. Noi siamo andati oltre qualsiasi aspettativa o previsione”

Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1