LOADING

Type to search

Tags: ,

Butler è un dramma. A Minnesota conviene la trade

Matteo Bettoni 22 settembre 2018
Share

Dall’euforia dell’estate 2017 al dramma di 390 giorni più tardi. Jimmy Butler va o non va? I Timberwolves lo vogliono cedere, poi sembra che il giocatore debba rimanere il fulcro di una franchigia sempre di più al centro dell’attenzione mediatica. Purtroppo però in negativo. Glen Taylor – proprietario della squadra – e coach Thibodeau hanno fatto intendere di non avere idee chiare in merito a quello che si sta trasformando nel ‘caso Butler’: la guardia vuole, anzi, pretende una ricca estensione contrattuale da quattro anni per la bellezza di 155 milioni di dollari, ma i Timberwolves si stanno mostrando titubanti sulla richiesta del quattro volte All-Star che non molla la presa. O sarà soddisfatto oppure lascerà la franchigia. Le idee, lui le ha ben chiare. Destinazioni già pronte ad accogliere Jimmy Butler: Clippers, Knicks e Nets.

Perchè ai T-Wolves conviene cedere Jimmy Butler

Prima di scegliere Lauri Markkanen – ritorniamo al draft 2017, 23 giugno – i Minnesota Timberwolves annunciano la trade che ha consegnato la scelta numero 7 più Zach Lavine e Kris Dunn ai Chicago Bulls in cambio di Jimmy Butler. Chicago, dopo l’anno 2016-2017, si trovava nella difficile situazione di mezzo in cui la franchigia sarebbe stata troppo forte per pensare ad una ricostruzione e troppo debole per combattere ai playoff mentre Minnesota, dopo un altro anno deludente senza post-season, aveva un disperato bisogno di assoldare un top-player come Butler. Sull’arco delle 82 gare, i Timberwolves hanno vinto la scommessa. Sono tornati a respirare l’aria della post-season grazie ai talenti dei vari Jimmy Butler, Andrew Wiggins e Karl-Antony Towns. Quei tre nomi però sono la causa del logoramento graduale ma ormai sul punto di non ritorno. Wiggins e Kat non sono mai riusciti a combinarsi con Butler e a lungo andare hanno cominciato a vivere da separati sotto lo stesso tetto capitolando con la sconfitta nel primo turno dei playoff contro i Rockets. Dai dati anagrafici di Jimmy Butler spicca un ’29’ alla voce ‘età’, mentre si legge ’23’ e ’22’ per quanto riguarda Wiggins e Towns. A Minnesota non conviene rischiare un tale rinnovo contrattuale per un giocatore che – per quanto si trovi all’apice della sua carriera – potrebbe causare ulteriori problemi ad uno spogliatoio già fragile costringendo di fatto i due giovani a volere e dovere trovare un’altra sistemazione. E’ facile giudicare col senno di poi, ma quella trade poteva decisamente portare risultati migliori, fuori e dentro il campo.

Fantabasket: le destinazioni di Butler

Il training camp dei Minnesota Timberwolves comincia lunedì mattina. Alcune indiscrezioni dicono che Butler potrebbe anche saltare l’appuntamento se non arrivasse una cessione prima dell’inizio della stagione. Alla fine è questione di un rinnovo contrattuale che, basandosi solo sulla disponibilità economica delle squadre, vedrebbe inclusi tre nomi importanti in lizza per dare un’accelerata ad una lenta, ma seria ricostruzione. Knicks, Nets e Clippers sono le destinazioni messe in cima alla lista delle preferenze di Butler. In particolare, le due squadre di New York sarebbero disponibili a offrire cinque anni di contratto a 190 milioni di dollari al numero 23. Una cifra invitante per la quale Butler potrebbe firmare dall’1 luglio dell’estate prossima. Nulla però è ancora certo, nulla è ancora partito. Questa è l’unica certezza che aleggia sopra al ‘caso Butler’. Si attendono sviluppi.

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1