LOADING

Type to search

Attilio Caja resterà con Varese per altri due anni

Matteo Bettoni 23 febbraio 2018
Share

Attilio Caja sarà il capo allenatore della Openjobmetis Varese per le prossime due stagioni. La notizia del rinnovo contrattuale è stata ufficializzata nel primo pomeriggio dal sito ufficiale della società.

“Siamo orgogliosi del lavoro che Attilio sta facendo. Non ci sono sempre stati momenti facili e con un pizzico di fortuna in più saremmo stati più in alto in classifica. E’ un allenatore che lavora sempre con professionalità e dedizione e la decisione di rifirmarlo è stata presa osservando il suo metodo di lavoro, un metodo aziendale che a noi piace molto”. Queste le parole del consigliere della Openjobmetis Varese Antonio Bulgheroni nel descrivere un allenatore d’esperienza come Attilio Caja che guida la squadra dalla stagione 2016-2017.

Incontenibile anche la gioia dell’allenatore classe 1961 che si è espresso così dopo la notizia del rinnovo: “Prima di tutto vorrei ringraziare la società per la fiducia. E’ una decisione che mi stimola e che mi gratifica. E’ sempre stato e sarà ancora un piacere lavorare a contatto con Toto Bulgheroni e Claudio Coldebella perché si tratta di due persone con le quali collaboro quotidianamente e che tutti i giorni mi arricchiscono sotto tutti i punti di vista”.

Al momento Caja guida una delle squadre più calde del campionato con quattro vittorie nelle prime quattro giornate del girone di ritorno permettendo a Varese di tenere lo sguardo fisso sui playoff – distanti solo due punti – e ipotecando la salvezza a fine campionato.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like